Home > Società > Armonia Celeste e Commercio Internazionale

Armonia Celeste e Commercio Internazionale

8 Luglio 2009

 

Di questi giorni, la visita in Italia del presidente cinese Ho Jintao, che il Tao, pare, lo abbia solo nella parte finale del cognome. Viene a Firenze per apprendere nuove tecniche di lavorazione delle pelli, che permettano di espandere l’industria conciaria con basso impatto ambientale. In Italia, Jintao si trova per concludere importanti accordi commerciali. Oltre che per il G8 naturalmente. E’ questo infatti, il sesto incontro riguardante accordi commerciali Italia-Cina, che avviene in questi ultimi 12 mesi tra i rappresentanti delle due nazioni.
Napolitano, ci ha provato a metter l’accento sui diritti civili, a parlare dei 140 morti e oltre 800 feriti in un solo giorno a Urumqi, fosse pure, solo per non far la figuraccia di avido senza cuore di fronte al mondo, ma loro due…niente…
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=364489
Anche per questo, spiega il presidente del Consiglio,

«vogliamo sviluppare e migliorare» le relazioni economiche tra Italia e Cina che oggi raggiungono i 38 miliardi di euro. «In tre anni – dice il Cavaliere – puntiamo a entrare tra i primi tre paesi che hanno investimenti con Pechino». «Italia e Cina – gli fa eco Hu Jintao – dovranno lavorare insieme per opporsi al protezionismo e salvaguardare l’apertura e l’imparzialità del sistema commerciale globale». Anche per questo, spiega il presidente del Consiglio, «vogliamo sviluppare e migliorare» le relazioni economiche tra Italia e Cina che oggi raggiungono i 38 miliardi di euro. «In tre anni – dice il Cavaliere – puntiamo a entrare tra i primi tre paesi che hanno investimenti con Pechino». «Italia e Cina – gli fa eco Hu Jintao – dovranno lavorare insieme per opporsi al protezionismo e salvaguardare l’apertura e l’imparzialità del sistema commerciale globale».

E non se ne parli più di ‘sti morti perbacco…che già si fan troppi pettegolezzi in rete. Lo dice anche il presidente della polizia cinese…’sti Uiguri, non contenti di aver preso a pretesto per ribellarsi, la morte di due operai in una fabbrica, si son permessi perfino di usare internet per organizzarsi tra loro…
http://loriscosta.wordpress.com/2009/07/06/cina-scontri-etnici-nel-xinjiang-un-massacro/
 

Sul punto Berlusconi non torna, concentrandosi soprattutto sui quasi due miliardi di dollari di accordi commerciali siglati tra Roma e Pechino a suggello di relazioni diplomatiche che negli ultimi tempi si sono fatte strettissimi. Perché poi ‘sta finta crisi, è dovuta soprattutto a motivi psicologici e mi consenta di dire, presidente Jintao, che l’Italia può garantire eh…non sta mica messa male come gli altri…ah lei sostiene che stiamo ancora nel bel mezzo della crisi? Ma no, cosa dice…son chiacchiere della sinistra, quegli invidiosi farebbero di tutto per screditarmi…anche perchè, non avendo altri argomenti vero… Le banche, dice il Cavaliere, «sono rimaste in piedi» ci vuole fiducia e ottimismo. «la presenza nei mercati orientali» può aiutarci a «tirarci fuori dalla crisi». Io sono un imprenditore, mi son fatto da solo,  ho l’occhio lungo, e ho visto bene

«Sono un attento osservatore delle scelte cinesi e – aggiunge dopo aver assicurato la sua presenza a Shanghai per l’Expo 2010 – in particolare nell’ultimo anno ho apprezzato il modo con cui la Cina si muove sulla scena internazionale» «ho capito con quanto rigore il presidente della Repubblica, il capo del governo e il ministro degli Esteri, facciano seguire con coerenza i loro atti di politica internazionale a quella che hanno chiamato la politica dell’armonia». Una politica, osserva Berlusconi, «aperta al dialogo con tutti».
Ma chi si permette di disturbare l’Armonia? Che cos’è ‘sto rumore, ma chi son questi maleducati? Ah, nulla…son ‘sti quattro scalmanati dei Tibetani e dei loro sostenitori…un altro gruppetto sparuto anche a Pisa, mi dicono…e poi come si son vestiti, con queste tonache…però son folkloristici , non è vero? Ma la polizia li ha già identificati…son quattro cani sciolti…
Bah…si nascondono tra le siepi…con striscioni scritti a mano con vernice bianca…i soliti disorganizzati naif…si immagini ce n’era persino una che aveva paura di rappresaglie sulla sua famiglia in Cina…hanno gridato per pochi attimi…nulla di importante…cosa dici Hu? Non sei sicuro di voler restare per il G8? Ma no, rassicurati…abbiamo persino i Predator…figurati…

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=123896

 

Abbiamo da fare noi grandi della Terra, mica possiamo star qui a perder tempo….
«Credo che sia conveniente per tutti», dice Berlusconi, «portare a compimento tali negoziati entro il 2010» e «spero che all’Aquila potremo decidere di dare al presidente del Wto, Pascal Lamy, un mandato affinché il negoziato si concluda, possibilmente entro il 2010».
Qui bisogna rialzare la testa….cosa? Ma allora l’Italia in questo modo, indirettamente, avallerebbe  le violazioni dei diritti civili, le giornate di lavoro di 20 ore, lo sfruttamento dei minori…la censura su Tian An Man, la libertà di espressione negata, le torture ai prigionieri politici, la persecuzione dei tibetani, lo sterminio dei Falun Gong  anche bambini e  tutto ciò che succede in Cina…ma che dite, ma no…è gossip, solo gossip. Cosa dite? Questa in pratica è apologia di reato? Ma come vi permettete!!!…
Voi bloggers fate apologia di reato!!! E vi voglio punire…vi abbuio tutti in 48 ore…vi levo un sacco di soldi se non la smettete…perdigiorno…sfaticati…delinquenti…avete voglia a mettere ‘sti cani arrabbiati…sui blog!!! E’ l’ora di finirla di fare i pirla…a lavurà…sfatigati a lavurà…
Prendete esempio dai cinesi!!!
Evviva LA CINA!!! EVVIVA L’ARMONIA!!!

Due cose, ho notato oltre a ciò che salta agli occhi: una seria e una curiosa.
Quella seria è,  che viene usato, nell’articolo di rai 24
il più bieco stile manipolatorio giornalistico.

I manifestatori pro diritti civili e pro Tibet, vengono fatti passare per gruppetti di scalmanati isterici, che non hanno peso alcuno…subito "identificati" però, con un termine che ricorda i criminali, i serial killers…naturalmente la polizia li ha fermati in 4 e 4 otto, ci mancherebbe altro…

Come da manuale…cara Randazzo, come da manuale…
Qui sotto altri trucchetti.
http://www.disinformazione.it/manipolazione_opinione.htm

La cosa curiosa è questa.
Se si digita Berlusconi, sotto il suo nome non appare la righina rossa a zig zag.  Lo riconosce. Vi dirò di più. Se lo scrivete minuscolo, appena pigiate la barra spaziatrice diventa maiuscolo…mapporcacciamiseriaccia…allora ho provato con Prodi, che non fa testo perché è un aggettivo, ma resta minuscolo, Veltroni…sottolineato in rosso e resta minuscolo. Obama, non solo anche lui viene sottolineato come un esimio sconosciuto, come me e voi, ma se lo scrivete minuscolo, minuscolo resta. Ho provato con Sarkozy, uguale…ho scritto pure Merkel, lo stesso…

Per favore, qualcuno mi dica se sul suo PC succede la stessa cosa, o se è il mio che è stato posseduto dallo spirito del nano…
Beh, razionalizzo…vediamo, l’ho comprato di seconda mano…magari era di uno del PdL che ha cliccato l’opzione aggiungi.  Speriamo va’…Perchè io il suo nome non l’ho mai scritto prima d’ora, giuro.

 

 

 

  Lao Tzu                                                                     Tian An Men 

 

              

                                           La Cina: prima e dopo la cura

 

 

 

 

 

 

AriaDiTerra 8 luglio 2009

  1. 9 Luglio 2009 a 18:03 | #1

    Ciao AdT :-)

    Grazie del commento da me : torna pure tutte le volte che vuoi :-)

    …………………………………………….

    Ciao anche a te :-)

  2. 9 Luglio 2009 a 23:57 | #2

    A me sia con word che col correttore della toolbar di google alla parola padania mi notifica l’errore. Anche se la scrivo maiuscola.Alla fine si vede che un po’ di giustizia e di buon senso c’è.:-)ciao

    ……………………………………………

    Ciao Oxi.

    Si scherziamoci pure su, ma sappiamo entrambi che il problema non è lui e nemmeno sti altri deficienti vestiti di verde. Loro sono solo lo schermo sul quale si proietta ‘sto film dell’assurdo. E noi gli spettatori distratti.

    Un saluto a te. :-)

  3. 10 Luglio 2009 a 12:17 | #3

    ahahahahahahahahahhaahahaahah e continuo per un altro quarto d’ora perchè la parolina da digitare è “papi”. Quanta roba che c’è in questo post! Se ti può consolare però, una volta che cercavo immagini per un mio post digitando la parola “buffone” su google si aprivano per prime solo foto di berlusconi! Davvero!!! Veneggiando ancora un po’ direi che cominciai a sospettare ci fosse un oscuro complotto quando guardando il film GOMORRA al cinema mi chiesi (ad alta voce ehm ma il pubblico gradì) come mai c’erano i sottotitoli per i dialoghi in napoletano e non per quelli in cinese. Mah! Era già un segnale di una congiuntura silviosalvinicinese??!!!:)))ps. se hai ancora dubbi su quanto sono fuori, vieni a leggere il nuovo post. Non è un racconto come mi chiedevi gentilemente, ma ti catapulterà lo stesso nella situazione che descrivo credo. Specie se aderisci!!! :D DDDDD

    ……………………………………….

    Heilà Titania!

    Chi lo sa forse hai ragione…ma intorno a quel libro e successivo film, ho un’idea che mi frulla in testa: mi sembra che in qualche modo dando una rilevanza mediatica tale al fenomeno della mafia, in qualche modo si ottenga il risultato di celebrarla ed arrivare alle coscienze delle persone in modo inconscio e subdolo, per far passare un messaggio di ammirazione e instillare in loro un sentire di impotenza verso un potere così grande, che non teme affatto che i suoi meccanismi di azione vengano resi pubblici, tanto da continuare a farla da padrona. Un perverso nonsense che agisce dal profondo.

    Ciao :-)

  4. 13 Luglio 2009 a 9:50 | #4

    partecipa anche tu al contest di poesia su versoinfame. Bastano anche solo due righe. Hai tempo fino a giovedì 18 alle ore 9.00. Ci farebbe piacere, ti aspettiamo!

  5. Hope
    13 Luglio 2009 a 15:04 | #5

    @…..

    e immensamente grazie per il regalo…

  6. AriaDiTerra
    13 Luglio 2009 a 20:19 | #6

    @ versoinfame :-) grazie per l’invito!

    @

    Hope :-) felice che ti sia piaciuto

    @

    Titania.

    Eh si, secondo me fa parte delle tecniche di manipolazione del sentire della gente. Anche tutto questo sfoggio di potere di ogni governo riguardo a presunti e benefici accordi commerciali, non devia da questa falsariga. Si pone l’accento sui vantaggi economici che ne deriverebbero e nulla si dice riguardo alla posizione che si assume di conseguenza nei confronti delle atrocità commesse da chi dei diritti umani fà qualcosa che si può impunemente calpestare. Nell’indifferenza generale.

I commenti sono chiusi.