Home > Società > Morsi

Morsi

29 Maggio 2009

 Possiede il Lupo

denti atti al predare.

rapido incide.

Fulmineo il morso.

Il canino lucente

che brilla e acceca.

La ferita quasi non sanguina.

quasi non duole.

Il Lupo fa ciò

che la sua essenza gli impone.

Eticamente.

Impeccabilmente.

Osservando il predatore

impari ad evitare.

rara occasione per osservare

un Essere Perfetto

un Killer Naturale.

Hai potuto imparare

a non farti sbranare.

Al contrario

fa assai più male

se ti morde un altro animale.

Anche la pecora

morde.  

Dissimulatamene ti addenta

coi suoi denti da erbivoro, piatti.   

Poi… 

con esasperante pacatezza

lentamente ti mastica

ti rigurgita

sbava

senza fretta di digerire.

Tornerà a morderti

ogni giorno un po’

se le permetti di restare.

La ferita si macera

si riempie di umori corrotti.

L’infezione a colare.

Torna, o pecora

al tuo prato

al tuo brucare…

Sii felice

ma

non mi scocciare.

                                                 

Letisha…passato prossimo

                                                                                                

 

 

 

Categorie:Società Tag: , , , , ,
  1. 29 Maggio 2009 a 17:48 | #1

    ….che post inquietante!! :-)

  2. Letisha
    29 Maggio 2009 a 19:06 | #2

    Don’t worry Mr. Loto, sono solo morsi simbolici.

    :-) )

  3. 31 Maggio 2009 a 10:25 | #3

    Dicotomia lupo/pecora, entrambi predatori, seppur in ambito diverso;

    quanti simbolismi… attacco diretto, o fredda vendetta??

    mah, forse fra i due, è più terribile la seconda….

  4. Letisha
    31 Maggio 2009 a 23:18 | #4

    Per il Cosmopolita:

    Non c’è accezione di caratter morale in ciò che ho scritto. Ogni simbolo parla il suo linguaggio se non viene snaturato. Ogni essere, se si comporta secondo la sua natura è perfetto. Ogni persona se segue la sua indole trova il suo posto nel mondo. Il dolore, l’allontanamento dalla Via, giungono quando i simboli sono privati della loro essenza. Le persone creano dolore quando si distaccano dal loro modo di essere. Ammiro il lupo quando è impeccabile cacciatore e la pecora quando è serena mitezza. Cerco per quanto è possibile di tenermi lontana dai lupi travestiti da agnello e dalle pecore che vorrebbero essere lupi.

    :-)

  5. 10 Giugno 2009 a 13:34 | #5

    Il lupo fa l’unica cosa che sa: preda per vivere.La pecora, nel tuo esempio, è traditrice in casa, sotto mentite spoglie, quotidianamente vigliacca e malvagia…Si potrebbe tentare un’elevata e fine esegesi del testo.Si potrebbero scomodare l’antropologia dei simbolismi e l’inconscio collettivo con i suoi oscuri e confusi ricordi primordiali.Più semplicemente, ne deduco che non hai mai avuto una pecora.Un caro saluto ed un sorriso,Maurizio

    …………………………………………….

    Ciao Maurizio, come va? I simbolismi ci sono sempre, ma non cercati o voluti. Semplicemente viviamo immersi in un mondo di simboli, ci esprimiamo simbolicamente, simbolicamente sogniamo.

    Dici che non ho mai avuto una pecora? Oh si, che l’ho avuta…lei pero’ non ha avuto me ;-) )))))))))

I commenti sono chiusi.